Robi il primo personal robot da costruire

Nelle case italiane è arrivato Robi, un piccolo androide definito il "bambino" robot, il gioiello della tecnologia creato dall'ingegnere giapponese Tomotaka Takahashi.

Il nuovo amico, alto circa 34 cm e da costruire pezzo dopo pezzo, è arrivato da qualche mese in edicola con la collezione DeAgostini ed ha già conquistato il cuore di appassionati di tutte le età. Diventato una vera star in Oriente, tanto da diventare ospite di numerose trasmissioni televisive, Robi ha catturato anche noi con la sua simpatia e con le sue sorprendenti funzioni.

La new entry è il primo esemplare di una nuova generazione di androidi per le famiglie e può interagire con tutti (compresi i bambini) con grande naturalezza, grazie ad una capacità unica di comunicare e ispirare allegria. Attraverso un sofisticato sistema di riconoscimento vocale comprende circa 250 comandi vocali, intesi non come singole parole, ma intere frasi di senso compiuto, così da permette la comunicazione tra interlocutore e robot in modo naturale.

robi

Quando parla la sua bocca si illumina, i suoi occhi cambiano colore e per mezzo di variazioni cromatiche degli occhi esprime le sue emozioni. La presenza di 20 servomotori ed una tecnologia denominata "shin-walk" consentono una camminata fluida, inoltre i sensori di movimento permettono di individuare le persone e voltarsi. In aggiunta Robi può ballare al ritmo della musica prodotta dal suo altoparlante interno ed è in grado di giocare.

Sulla sua testa è presente un telecomando a infrarossi integrato che gli consente di accendere e spegnere la televisione, cambiare canale, alzare e abbassare il volume. La sua sciarpina, oltre a caratterizzare il design scelto per Robi, è in realtà una pratica maniglia per sollevarlo facilmente.

Attraverso la collezione, disponibile nelle edicole italiane e online, tutti potranno costruire il nuovo robot, aiutati da un piccolo cacciavite e dalle dettagliate istruzioni di montaggio dei fascicoli.


    “Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita”.

[Via e Foto Hello Robi]

  • shares
  • Mail