Buon compleanno Barbie: ecco storia e origini della bionda bambola della Mattel

E' proprio il caso di dirlo: buon compleanno Barbie! La bionda e celebre bambola della Mattel festeggia i 55 anni (è nata il 9 marzo 1959), quindi noi la festeggiamo andando a curiosare nella sua storia e nelle sue origini.

Preparate gli addobbi e la torta: il 9 marzo Barbie compie 55 anni (e non li dimostra, beata lei). Nata il 9 marzo 1959, la vogliamo festeggiare ricordando la storia delle sue origini: da quando la Mattel la lanciò sul mercato durante la Fiera del Giocattolo di New York del 9 marzo 1959, fino ad oggi. Innumerevoli le sue versioni, praticamente ogni bambina ha in casa almeno una di queste fashion doll. Voi quale versione avete?

Storia e origini della Barbie


La prima Barbie

Alcune varianti della Barbie


Come dicevamo, Barbie fa il suo debutto ufficiale alla Fiera del Giocattolo di New York il 9 marzo 1959. Alta 29,5 centimetri, sin dal suo esordio la Mattel ha sempre cercato di adattarla ai gusti delle teenager, come si può vedere dall'evoluzione degli abiti e degli accessori. Infatti la Mattel realizzò questa fashion doll in modo da permettere alle bambine e alle adolescenti di proiettare il loro io futuro nel mondo degli adulti.

Tutto ha origine quando Ruth Handler negli anni Sessanta guardava la figlia giocare con delle bambole di carta. Fu allora che si rese conto di due cose: che ai bambini piace dare alle bambole dei ruoli da adulti e che tutte le bambole allora in commercio rappresentavano dei neonati. Ecco che Ruth decide così di suggerire al marito Elliot, co-fondatore della Mattel, di creare una linea di bambole dall'aspetto adulto.

Ruth Handler, aiutata dall'ingegnere Jack Ryan, nonostante lo scetticismo iniziale del marito, rielabora l'idea di una bambola simile venduta in Germania, la Bild Lilli e crea così la prima Barbie (viene costruita in Giappone). Il nome deriva proprio da quello della figlia degli Handler, Barbara. La prima apparizione di Barbie è per l'appunto quella alla Fiera del Giocattolo di New York, fasciata in un costume zebrato e con i lunghi capelli raccolti in una coda.

La biografia di Barbie


Barbie e Ken

Visto il grande successo della Barbie, complice anche il merchandising e la massiccia pubblicità fatta dalla Mattel, ecco che la ditta decise di inventare una vera e propria biografia per questo personaggio. Barbie si chiama Barbara Stefania Roberts ed ha tutta una serie di amici e famigliari che vanno a costituire un intricato sistema di personaggi, bambole, gadget e accessori. La famiglia di Barbie ha un tripudio di sorella: Skipper (venduta dal 1964 al 2009), i gemellini Tutti e Todd, Stacie (in vendita dal 1992), Shelly (dal 1995) e la piccola Krissy (dal 1999).

Il fidanzato storico di Barbie è Ken (anche se molte ragazzine gli preferivano il Big Jim che con l'universo della Barbie non c'entrava nulla, ma vuoi mettere il macho affascinante contro l'impomatato Ken?). Il nome di Ken deriva dall'altro figlio degli Handler, Kenneth. Ken e Barbie si sono conosciuti nel 1961 su un set televisivo: i due sono rimasti insieme senza mai sposarsi (anche se esistono le bambole di Barbie e Ken sposi) fino al 2004. Poi, senza un motivo, nel 2004 dopo 43 anni di fidanzamento i due si sono lasciati, Barbie è rimasta single per un po', ha avuto una storia con il surfista Blaine e finalmente nel 2006 Ken e Barbie si sono rimessi insieme. Non è dato sapere cosa abbia fatto Ken nel periodo in cui era single.

La migliore amica di Barbie è Midge, pare che dopo anni in cui era misteriosamente scomparsa, di recente la Mattel abbia deciso di riesumarla. Midge è sposata con Alan e la coppia ha due figli. Altri amici di Barbie sono l'ispano-americana Teresa, gli afro-americani Christie e Steven (fidanzati pure loro) e la giapponese Kayla. Barbie ha frequentato la Willows High School a Willows, nel Wisconsin e poi la Manhattan Internationale High School di New York.

I mille lavori della Barbie


Barbie nell'arte

Per quanto riguarda la carriera della Barbie, lei ha fatto di tutto. Pensate che è arrivata persino a candidarsi in politica e una volta è anche stata eletta Presidente degli Stati Uniti (per il Partito delle Ragazze, con tanto di programma elettorale stilato dalla Mattel, che non si dica che non fanno le cose per bene).

Fra gli altri lavori di Barbie ricordiamo l'astronauta, hostess, soldato del corpo dei Marines, diva, top model, medico, dentista, veterinario (ha avuto 38 animali, fra cui anche una zembra e un leone), esploratrice e via dicendo, senza dimenticare tutte le Barbie da collezione e la serie di Barbie dedicate al mondo dell'arte. Inoltre il mito della Barbie è andato anche al di là della sfera del giocattolo: Andy Warhol nel 1985 l'ha ritratta in un quadro; compare in un cameo nel film Toy Story 2; nei Simpson ha il suo alter ego in Malibu Stacy; Vogue in occasione del suo 50esimo compleanno le dedica la Barbie Black Issue, ricercatissima dai collezionisti; esiste la collezione Barbie Loves Alitalia, dove indossa divise create da Armani e dalle Sorelle Fontana; Salvo Filetti e L'Oreal Professionel le dedicano una collezione di acconciature; molte star del cinema si sono viste dedicare una Barbie Collector, fra cui anche Audrey Hepburn, Grace Kelly e nel mondo della musica ricordiamo J. Lo; ha al suo attivo riviste, cartoni animati e una serie infinita di film di animazione in cui interpreta ogni ruolo possibile e immaginabile, dalla sirena, alla fata, passando per il moschettiere e reinterpretando alcune favole classiche a modo suo.

Non ci resta che dire: tanti auguri Barbie!

Foto | Paille_Fr - Vaniljapulla - Vaniljapulla - Slowkodachrome - Vaniljapulla

  • shares
  • Mail