Blythe doll: la bambola amata dai collezionisti

La Blythe è la fashion doll tra le più amate dai collezionisti. Come dar loro torto?

Blythe è un'icona fashion a livello mondiale. La fashion doll, con lo squardo languido, a volte malinconico, e una testa fuori misura rispetto al corpo, è una bambola custom (personalizzabile). Ogni amante e collezionista può infatti costruirsela (o modificarla per aumentarne il valore) per conto proprio (su Pinterest trovate un link interessante al riguardo).

La caratteristica deliziosa è che i suoi occhi grandi (che traggono ispirazione da quelli della mitica Betty Boop) possono chiudersi e cambiano colore se tiri il laccetto posto dietro la nuca, nascosto sotto la morbida capigliatura. Creata nel 1972 da Allison Katzman, inizialmente venne messa sul mercato solo per un anno in America dall’azienda Kenner e poi ritirata perchè considerata troppo "inquietante" per i bambini. Solo nel 2001 l’azienda giapponese Takara ha iniziato a produrre nuove edizioni della bambola.

La bambola (Hasbro detiene i diritti del marchio) é tra le preferite dai collezionisti di fashion doll, ed è una vera e propria mania per le fashioniste sparse nel mondo. Molte versioni della doll sono pezzi ad edizione limitata.

blythe fashion doll

C'è la versione alta 28 centimetri, la versione Petite Blythe da 11,2 centimetri by Takara, e la Middie Blythe alta circa 20 cm. Solo le dolline più alte hanno gli occhi che cambiano colore. Le prime bambole Petite erano portachiavi, ma dopo qualche tempo il progetto è stato modificato in maniera che anche gli occhi della Petite si potessero chiudere, una volta che veniva distesa.

Gli occhi della Middie Blythe possono rivolgersi ai lati mentre la testa può ruotare. Le bambole variano nei prezzi: si passa dai $60 per le versioni Ashton Drake fino ai $400 per l'edizione limitata di Takara Neo Blythe. Le versioni vintage possono costare anche diverse migliaia di dollari. Ma sono così affascinanti: come resistere?

Alcune versioni le trovate anche su amazon.

Foto / Galleria Blythe doll @facebook

  • shares
  • Mail