Toysblog - Ennesima intervista a Leo e Courte, i due simpatici creatori di Sine Requie!

Leo e Courte Sine Requie

Il Lucca Comics and Games 2010 si avvicina (e noi, come sempre, abbiamo tante sorprese e rivelazioni da darvi) e, come ogni anno, allo stand della Asterion troveremo un nuovo manuale d’ambientazione di Sine Requie Anno XIII, gioco di ruolo tutto "made in Italy" che piace a tanti lettori di Toysblog!

E, come ogni anno, sicuramente ritroveremo MatteoCourteContini e LeonardoLeoMoretti, i due folli creatori del GDR di casa Asterion che, gentilissimi e disponibili come sempre, si intratterranno con il pubblico per firmare manuali e scambiare due chiacchiere con i giocatori. Ma Matteo e Leo sono così: due persone semplici, simpatiche, dirette, piene di vitalità e, diciamolo, un po'...fuori di testa! Amici di Toysblog di vecchia data, abbiamo proposto a Courte e Leo un'intervista "senza veli" dove, tra una battuta e l'altra, i ragazzi hanno anticipato alcune cose su Soviet (manuale d'ambientazione che troveremo al Lucca Comics and Games 2010) e su uno dei papabili "Best Of Show" di quest'anno...

Vi abbiamo incuriositi vero? Beh, non vi resta che proseguire nella lettura per leggere quanto Courte e Leo ci hanno detto nell'ennesima, divertentissima, intervista che abbiamo realizzato insieme a loro!

Bene ragazzi, è da un anno che non vi si vede…come state? Tutto bene? So che ci sono stati dei “piccoli” cambiamenti nelle vostre vite: volete condividerli con i lettori?

Leo: io e il Curte ci siamo sposati insieme, primo matrimonio gay in Italia. Poi però quando siamo arrivati al dunque ci hanno dato due mogli scelte a caso... insomma, la solita fregatura.

Curte: condividere le nostre mogliettine con i lettori? Mhhh... No, meglio di no!

Ma andiamo subito al “nocciolo” dell’intervista: Soviet! Cosa potete dirci riguardo a questo nuovo manuale d’ambientazione?

Curte: sarà un manuale sorprendente, Soviet è la nostra ambientazione preferita, la più folle e claustrofobica del mondo di Sine! E poi ci saranno alcune sorprese per gli amanti dei puzzle tra ambientazioni... ne leggerete (e vedrete) delle belle, ve lo posso garantire!

Leo: è figo, è sbrilluccicoso, ci sono tette, culi, biomacchine, carneficina... insomma, le solite cose che piacciano ai folli che ci leggono.

Chi curerà la grafica di Soviet? Scommetto che state già dando fastidio ai poveri grafici…

Leo: abbiamo già distrutto le vite del nostro solito team di illustratori. Ci saranno come sempre disegni di persone del calibro Andrea Sorrentino (Gods of War, X-file), Michele Bertilorenzi (Dc Comics), Alberto Bontempi (Chaosium) e Roberto Pitturru, più altri mostri sacri quali Elia Morettini e Maichol Quinto.

Curte: dando fastidio... direi che li abbiamo scorticati a sangue, più che altro. Ma il risultato è una favola (macabra e folle, ma pur sempre una favola!) quindi…avanti così!

Rivedendo quanto fatto da voi in questi anni mi è sorta una domanda: ma non avete mai pensato di “integrare” Sine Requie con una base “modellistica” stile D&D Miniatures?

Curte: per noi il gioco di ruolo deve esistere il più possibile nella fantasia dei partecipanti, e il meno possibile sul tavolino, insomma per Sine come gdr non c'è bisogno di miniature (grazie al cielo). Sull'affiancare il gdr a un gioco di miniature dedicato... bhé, diciamo che non è il nostro campo!

Leo: nei nostri incubi notturni sì, per fortuna poi alla mattina ci svegliavamo...

Comunque avete una buona base di giocatori che prediligono il “live”. So che avete molti contatti con loro e che tenete molto ai fans di Sine Requie…

Leo: noi li amiamo, quasi a livello sessuale. Siamo quasi dei maniaci. Loro ci temono.

Curte: Sono ragazzi fantastici e pieni d'entusiasmo, sono riusciti a creare gruppi e storie che partono dal Sine ma vanno oltre, rendendo il gioco ancor più intenso e reale. Per noi è motivo di orgoglio e di imbarazzo vedere il nostro piccolo libraccio nero creare una tale passione in così tanti ragazzi e ragazze!

Parliamo adesso di un evento a cui partecipate ogni anno: il Lucca Comics & Games! L’anno scorso non avete vinto nessun Best Of Show ma, come sempre, avete riso e scherzato con tutti i ragazzi che venivano a trovarvi allo stand Asterion. A questo punto mi viene da chiedervi: ma voi non siete proprio competitivi!

Curte: fondamentalmente, a noi... dei premi... non ce ne frega una sega! Ne abbiamo già vinti fin troppi, ma la qualità del Sine è confermata dalla passione e dall'amore dei giocatori, dalle iniziative come i Sine Requie Day che sorgono spontaneamente in giro per l'Italia, dall'uscita del primo romanzo del Sine, “Sopravvissuti”... non dai premi di una giuria. I piatti commemorativi è giusto che vadano a chi deve emergere e farsi strada.

Leo: non ce la facciamo, forse è perché siamo talmente nerd che oramai la competizione è qualcosa che sappiamo di perdere in partenza.

E, secondo voi, l’Asterion (e Sine Requie) potranno competere con i tanti GdR che sicuramente affolleranno la categoria ai Best Of Show?

Leo: quest'anno Asteiron farà uscire RuneQuest II in versione italiana, secondo me un bel concorrente per il Best of Show.

Curte: Sine Requie sicuramente no, ma Asterion ha nella sua scuderia dei veri gioielli. Spero che la giuria sia in grado di apprezzarli.

Cosa ne pensate dei nuovi “territori” che i GdR stanno “conquistando” da un po’ di tempo a questa parte?

Curte: L'Alaska è freddina, ma è meglio del Triangolo delle Bermuda!

Leo: oddio, non ho capito la domanda. Nuovi territori? Ci sono nerd che giocano ai giochi di ruolo anche su Marte?

Un’altra domanda che non vi ho mai fatto e di cui mi sono pentito parecchie volte: ma voi cosa ne pensate degli MMORPG?

Leo: tanto tanto tempo fa, prima della nascita del Sine, io e il Curte provammo a giocare a Ultima con i nostri modem 56 k. Capimmo subito che sarebbe stata la nostra fine come esseri viventi sociali e quindi decidemmo di dare fuoco ai computer. Poi però iniziammo il Sine e cademmo dalla padella nella brace.

Curte: divertenti e accattivanti ma a me dopo un po' annoiano, e credo che il paragone col gioco di ruolo cartaceo sia assolutamente azzardato. Stare con gli amici è lo scopo del gdr, e nei MMORPG manca. La fantasia è lo strumento principale del gdr, e nei MMORPG manca. Si assomigliano quanto uno squalo e un delfino... una forma esterna simile, ma struttura ed etologia diversissimi (provate a giocare a palla con uno squalo, se non ci credete!)...

Ultima domanda prima dei saluti finali: cosa ci sarà dopo Soviet? Volete “sbilanciarvi” un po’ con noi o preferite tenere tutto nel cassetto?

Curte: era qui, nel cassetto, ma non lo trovo più...

Leo: ci sopravvaluti, noi non sappiamo nemmeno cosa mangeremo la sera a cena, difficile pensare a cosa faremo per l'anno successivo. Di sicuro dovremo far uscire un manuale di ambientazione altrimenti rischiamo di essere scorticati. Così a occhio direi che un Terre Perdute Anno XIII ci potrebbe stare.

È sempre bello chiacchierare con voi ragazzi… ci si rivede a Lucca?

Leo: sicuro, saremo sempre allo stand Asterion a dare noia ai disegnatori e a importunare i passanti.

Curte: Lucca Comics & Games! Lucca Comics & Games! Nanananannanananana!

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: