Magic The Gathering: i cambiamenti di field post Magic 2010

M10 logo

Ultimamente non abbiamo dato molto spazio alle nozioni tecniche su Magic The Gathering e alle varie tipologie di mazzi che ultimamente si stanno vedendo in T2 e Constructed, quindi abbiamo deciso di fare un bel post riassuntivo su quanto è accaduto nei vari field dopo l'uscita di Magic 2010.

Partiamo subito dal T2, il formato "di stagione", che non riserva molti stravolgimenti rispetto a un po' di tempo fa, ma che comunque fa notare alcune cose interessanti. Infatti, vedendo alcuni dei mazzi top8 dei PTQ estivi, notiamo che alcuni mazzi non sono per niente cambiati rispetto a prima (Faerie in testa) ma, galvanizzati dall'uscita di nuove carte, questi hanno iniziato ad evolversi e a prendere strade lievemente differenti. Lo stesso Faerie, notoriamente mazzo blu/nero, ha iniziato a "splasharsi" di rosso inserendo tra le carte del main deck spari come Earthquake, Lightning Bolt e Firespout. Anche il mazzo monobianco Kithkin non sembra cambiato di molto, ma l'inserimento di Honor of the Pure in main deck e Silence in sideboard, gli ha permesso di rendersi ancora più pericoloso sia in fase d'attacco che in fase di controllo.

Rimangono pressoché invariati i mazzi Lark, Doran ed Elves che, insieme al Cruel Control, sono i deck che hanno tratto meno giovamento dall'uscita di Magic 2010. Interessante invece il nuovo archetipo che sfrutta Time Sieve, anche se difficilmente lo rivedremo in formati eternal o nello stesso extended.

La situazione rimane invariata anche in Legacy ed Extended che, per il momento, non sembrano molto "presi" dalle nuove carte. Ovviamente aspettiamo i vari PTQ invernali e i tornei Legacy per capire se Magic 2010 è riuscita a sconvolgere un po' quelli che sono meccanismi e "automatismi" tipici dei formati eternal.

Insomma, aspettando il nuovo ciclo di Zendikar (seguiteci perché abbiamo già alcune notizie succose) cominciamo ad implementare i nostri deck con le carte di Magic 2010!

  • shares
  • Mail