Pullip: bambola nella storia

Creata in Corea dalla ditta Chunsang Chunha e lanciata, nel 2003, dall'azienda giapponese JUN Planning, Pullip è diventata la beniamina delle adolescenti nipponiche, ma anche fenomeno di nicchia tra i collezionisti e gli appassionati di bambole.

La bambola, realizzata in diversi modelli,con ampio guardaroba fatto di abiti e accessori venduti anche separatamente, raffigura una dolcissima ma moderna ragazza giapponese che vive in Italia, a Milano, dove studia in una scuola d'arte drammatica. Troverete la biografia della bambola nel sito di Wikipedia (in inglese).
Ispirate al mondo anime, con nomi poetici e look immaginifici, le Pullips Dolls, metafore della fragilità e della raffinatezza, sono decisamente irresistibili. Realizzate in quantità limitata, sono alte 12 pollici, con una testa, sproporzionata rispetto al corpo esile e snodato.

Hanno volti diafani, trasparenti che posseggono il fascino dell'enigma, ovali leggermente allungati dai lineamenti dolci e delicati,incorniciati da capelli fluenti con ampia varietà di colori e pettinature. Gli occhi sgranati, dal taglio vagamente orientale, grazie ad un apposito meccanismo posizionato dietro la testa, si possono aprire e chiudere o angolare a destra ed a sinistra. Non perdetevi il loro sito Pullip Style

[via guide.dada]

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: