Webkinz: il peluche diventa virtuale

webkinz peluche con una vita virtualeAnche i pupazzi hanno una second lifeWebkinz sono i primi pupazzi ad avere una vita virtuale, il giocattolo ideale per i bambini che giocano a The Sims e sognano di avere una pagina su MySpace.

I Webkinz sono in realtà normalissimi animali di peluche: c’è il solito coniglietto bianco, cani e gatti di ogni razza e colore, scimmie e tigrotti per chi preferisce qualcosa di esotico. Ogni Webkinz ha un numero di identificazione e qui inizia il gioco.

Il bambino va sul coloratissimo sito dei Webkinz, digita il codice del proprio animaletto e può scoprire tutti i suoi segreti.
Ogni Webkinz ha infatti una propria personalità: “Ti voglio svelare un segreto”, si legge nel profilo di un cocker spaniel, “adoro i bastoncini di pesce” .

I bambini possono così inviare messaggi ai propri amichetti, comprargli vestiti con moneta virtuale (!!!) o decorare la loro cameretta online. C’è pure un concorso: in Webkinz SuperModelz gli outfit creati dai bambini per il proprio pupazzo vengono votati dagli altri utenti del sito. Insomma, tutto il necessario per diventare gli utenti (e consumatori) del web di domani.

L’azienda produttrice non ha speso un dollaro in promozione, ma, come ogni azienda del web 2.0 che si rispetti, si è fatta conoscere con il passaparola. I Webkinz sono in vendita (per fortuna) solo negli Stati Uniti.

[via MSNBC]

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: