Hexbug warriors la guerra dei robot

Hexbug warrior la guerra dei robot
Uno dei modi più divertenti per giocare con i robot è di farli combattere fra loro. E' di non molto tempo fa Real Steel, un film d'azione dove i combattimenti di lotta libera e di boxe venivano disputati da grandi robot combattenti se le davano di santa ragione senza coinvolgere (almeno fisicamente) gli umani. Ma non è necessario vivere nel futuro di un film di fantascienza per vederli combattere, molto più semplicemente si può organizzare un bel combattimento con gli insetti robot Hexbug Warriors di Innovation First.
Hexbug è un marchio molto vivace nel mondo della robotica ludica, soprattutto rivolta ai più piccoli, non solo per la varietà dei prodotti, dal piccolo Nano di cui abbiamo già parlato qualche mese fa, ai nuovi SpiderXL e Scrab, ma anche per la loro capacità di creare comunicazione e marketing attraverso eventi e una intelligente presentazione dei loro prodotti, che si configurano come un vero e proprio sistema di gioco.
Ad esempio l'idea di realizzare degli "habitat", ovvero delle piste componibili e assemblabili con diversi moduli ha dato una grande giocabilità ai Nano con le loro piste velocissime e avventurose, ed oggi ai Warrior.
Hexbug Warriors Battle StadiumGli Hexbug Warriors, racconta la storia, sono quattro robot rappresentanti diverse scuole di combattimento: Viridia e Caldera la Prep Academy, Tronikon la Tech academy, Bionika la Cyborg Academy. Ognuno di loro è dotato di armature e armi intercambiabili e collezionabili. Gli scontri avvengono in habitat dedicati alla lotta: la Battle Arena, per il combattimento singolo, e il Battle Stadium per le competizioni fra scuole.
Gli Hexbug Warrior sono stati indicati da Toys R'US tra i giocattoli più attesi per il natale 2012. Ogni Warrior costa circa otto dollari, la Battle 19,99 dollari, lo Stadium 29,99 dollari.

  • shares
  • Mail