Le bambole giapponesi di Yuki Atae

bambola Yuki AtaePer i giapponesi le bambole non sono solo giocattoli. Tradizionalmente, sono regali dall’alto valore simbolico e affettivo. Esiste perfino una festività chiama Doll Festival (Hina Matsuri) celebrata il 3 marzo, quando i ragazzi stanno a casa da scuola. Durante questa giornata, le bambole che rappresentano la famiglia reale vengono esposte nelle case in una specie di Presepe giapponese.

Tra i migliori rappresentanti della tradizione artigianale giapponese dei creatori di bambole c’è Yuki Atae, che ha esposto i suoi lavori anche al Louvre. Le sue opere rappresentano bambini dell’Età Taisho (che iniziò nel 1912) e di quella Showa (che iniziò nel 1926), vestiti con kimono tradizionali dell’epoca e ritratti in momenti di vita quotidiana.

I soggetti dell’arte di Atae sono bambini poveri, spesso con vestiti poveri e poco sofisticati, ma che hanno gli occhi pieni di speranza. Come dice l’artista: “Sono poveri di materia ma ricchi di spirito”. Praticamente il contrario delle bambole occidentali, verrebbe da aggiungere…

[via Blizzard Boy]

  • shares
  • Mail