Magic the Gathering: il gioco di carte collezionabili

magic the gathering Sono passati 16 anni da quando Richard Garfield ha inventato il gioco di carte collezionabili più famoso al mondo, ovvero Magic the Gathering (‘Magic l’Adunanza’ in italiano). Per i pochi che ancora non conoscono Magic, si tratta di un gioco di carte collezionabili in cui dovete calarvi nei panni di un mago che “casta” magie per battere l’avversario. Le carte sono davvero tantissime e sono suddivise per colore e per “effetto”.

I colori in Magic sono 5. Ogni tinta ha una peculiarità che la contraddistingue dalle altre:
Il bianco è il colore delle creature buone, dell’ordine e della giustizia.
Il nero e il colore della morte, della putrefazione e della perfidia.
Il blu è il colore dell’inganno, dell’astuzia e del potere ad ogni costo.
Il rosso è il colore della distruzione, del fuoco e della rabbia.
Il verde è il colore della natura e dell’equilibrio tra le forze del bene e del male.

Oltre questa suddivisione ‘base’, i colori possiedono ciascuno un tipo di terra che permette alle varie carte di essere giocate (la pianura per le carte bianche, la palude per le carte nere, la montagna per quelle rosse, l'isola per quelle blu e la foresta per quelle verdi). Le fasi del gioco sono molteplici, ma basta un po’ di pratica per imparare a giocare. Per iniziare bastano pochi euro (un mazzo precostituito si aggira intorno agli 8 euro), ma se volete giocare seriamente dovete spendere un po’ di più per comprare le carte migliori.

Se poi siete davvero portati, potete partecipare ai tanti eventi che la DCI, ente che organizza i tornei di Magic, propone in giro per il mondo, con tanti premi in denaro e in carte. Per esplorare il fantastico mondo di Magic cliccate qui (troverete tutte le regole per giocare). Per saperne di più date un'occhiata anche a Wikipedia.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: