Monopoli è diventato gay

monopoli gayQueer eyes on a straight board game: signori e signori, ecco a voi Monopoly Gay.

Tra le versioni alternative di Monopoli di cui vi avevo già parlato, questa è la più alternativa di tutte. E ovviamente ha un look da sballo. I soliti e noiosi segnaposti sono stati sostituiti da un orsetto, un paio di manette, un cappello di pelle e una scarpa col tacco. Anziché comprare case e hotel, scopo del gioco è accaparrarsi il maggior numero di bar e saune.

L’altra novità è la carta Family Pride: quando si arriva su alcune caselle, viene estratta una carta su cui è riportata la vita di un famoso uomo gay; se il giocatore indovina il personaggio può muoversi nella casella del tabellone che preferisce.

Ci sono poi le carte Camp, che quando vengono estratte indicano un’azione da compiere. Ad esempio, sapete dire fa-vo-lo-so in almeno tre modi diversi?
Basta rubare Barbie e Bratz alle vostre amiche, è arrivato Monopoly Gay!

[via Board Game Geek]

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: