MalariaSpot, il videogioco per sconfiggere la malaria

Il videogioco aiuta l'attività dei centri medici a diagnosticare la malaria

malariaspot3.jpg

Scopo di tutti – o quasi tutti – i videogame è sconfiggere un cattivo. Sia esso un drago, un fantasma o qualunque essere spaventoso, il giocatore sa che per superare ogni livello dovrà affrontare una ardua prova.

Cosa succede quando questa ardua prova consiste nel debellare una malattia infettiva come la malaria? Succede che si sta giocando a MalariaSpot, nuovo videogame realizzato da Miguel Luengo Oroz, un ricercatore spagnolo dell'Università Politecnica di Madrid.

Scopo di questo videogioco, scaricabile gratuitamente su PC e dispositivi mobili iOS e Android, è quello di aiutare l’attività dei centri medici che si occupano di diagnosticare la malaria. Chi gioca a MalariaSpot, infatti, deve cercare e rilevare i parassiti della malattia, scovandoli in un vero campione di sangue. In un minuto la caccia è ardua, ma chi li trova non vince un premio, bensì aiuta la ricerca: il risultato viene infatti inviato in tempo reale in un database comunitario che raccoglie risultati e analisi degli utenti.

Una sciocchezza? Non proprio, visto che più di 100 mila giocatori in più di 100 paesi hanno scaricato il videogioco, dando una mano alla ricerca. In questo link il video che spiega come si gioca.

malariaspot2-1000x600.png

  • shares
  • Mail