Primavera 2016, come realizzare la bambola Marteniza

La bambola di origini bulgare che si regala per augurare salute e lunga vita

13145543944_ed1f57be31_c.jpg

Il 21 marzo inizia ufficialmente la primavera, stagione di rinascita della natura e dell'uomo. In questo periodo si svolgono tanti rituali per salutare definitivamente l'inverno e dare il benvenuto alla stagione dolce. Tra questi, c'è l'usanza in alcuni paesi di realizzare una bambola, anzi due, chiamata Marteniza, simbolo di buon auspicio.

La Marteniza consiste in due bambole, una di colore rosso l'altra bianca, intrecciate l'una all'altra. Derivano dalla tradizione bulgara e simboleggiano la primavera. Scambiarsi la martenitza durante il mese di marzo è una delle usanze più popolari e più antiche e si possono comprare o più semplicemente realizzare a mano, utilizzando un gomitolo di lana - uno rosso e uno bianco - per regalare alle persone care, augurando salute e la lunga vita, proprio come i colori della bambola. Il rosso, infatti indica le guance rosse, il bianco, i capelli bianchi. Si usa indossarli sul lato sinistro (dove c'è il cuore) o come un bracciale sul braccio sinistro.

La Marteniza si indossa finchè non  si vede il primo segno dell'arrivo della primavera, per poi appenderle ad un albero o metterle  sotto una pietra, esprimendo un desiderio.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail