La Settimana del Gioco in Scatola 2015

La gara di solidarietà che si tiene in più di 50 città d'Italia

E' iniziata già da qualche giorno, ma c'è tempo fino al 29 novembre per partecipare e divertirsi alla quinta edizione della Settimana del Gioco in Scatola, la gara di solidarietà che si tiene in tutta Italia.

Di che si tratta? Di una sfida tra decine e decine di città a chi gioca di più con i giochi di società. Vince chi gioca di più in termini di tempo (basta fare una foto, caricarla sul sito dedicato e subito viene attribuito il punteggio alla città scelta, con tanto di classifica aggiornata in tempo reale).
In palio il titolo di Città del Gioco e soprattutto un carico di giochi in scatola da donare in beneficenza a una Onlus.

Un'iniziativa che ogni anno raccoglie consensi, come dichiarano i numeri: in cinque anni hanno giocato almeno 300 Comuni, grazie al supporto di circa 700 tra scuole, oratori, ludoteche, associazioni e pub, per un totale di almeno 150mila persone coinvolte, più di 35mila partite e ben 15mila ore di gioco. E questa edizione vede coinvolte più di 50 città, selezionate tra le più combattive e giocose delle edizioni precedenti, a cominciare da Gaeta, Palermo e Fiuggi, quelle che sino ad ora hanno conquistato il titolo di Città del Gioco, fino ad arrivare a Milano, Torino, Roma, Napoli, Bari o Bergamo ad esempio, che hanno aderito con entusiasmo organizzando decine di eventi.

Le regole per partecipare sono chiarissime: basta giocare con entusiasmo in ogni luogo previsto e il più possibile, fotografando ogni singola partita e condividendo  gli scatti sia su Hasbrogaming.it, sia sulla pagina Facebook Hasbro Gaming e sul profilo Twitter @hasbrogaming utilizzando l’hashtag #SDG15 e accumulando così più punti possibili per far trionfare la propria città.

A rendere ancora più emozionante la sfida ci sono le “prove speciali”, ideali per guadagnare un punteggio ancora più alto: una partita a Cluedo con un maggiordomo e un poliziotto entrambi in divisa, ad esempio, vale il doppio dei punti in termini di tempo di gioco (l’unità di misura della Settimana del Gioco in Scatola). Così come una sfida a Monopoly in una banca e con banconote vere  coinvolgendo il direttore e gli impiegati, piuttosto che un match con L’Allegro Chirurgo in ospedale o a Forza 4 a testa in giù.

  • shares
  • Mail