Giochi da tavolo, Warhammer 40.000: l’Eresia di Horus, Rotta verso la Terra

Continua la storia dell'Eresia di Horus del gioco da tavolo Warhammer 40.000: ecco cosa succede nel capitolo Rotta verso la Terra.

Warhammer 40.000 - Torniamo nel mondo del gioco da tavolo Warhammer 40.000, eravamo rimasti agli incidenti di Istvaan durante l'Eresia di Horus. Fra tradimenti e complotti, eravamo arrivati al Massacro del Punto di Atterraggio. Questo è il momento in cui l'Imperium si rese conto che metà delle diciotto Legioni conosciute erano passate dalla parte del Caos. Horus colse l'occasione per dichiarare a tutti che non avrebbe più seguito l'Imperatore e prese definitivamente il comando delle Legioni Traditrici e di elementi voltagabbana della Guardia Imperiale, dell'Adeptus Mechanicus, della Flotta Imperiale e anche di alcuni demoni del Caos.

Warhammer 40.000, l'Eresia di Horus: obiettivo, la Terra!


Warhammer 40k Eresia Horus

Ovviamente lo scopo di tutto questo tramare e tradire rimane la Terra. L'Imperatore venne a sapere del tradimento dai sopravvissuti del Massacro del Punto di Atterraggio: a difesa della Terra rimanevano i Magli dell'Imperatore e la Guardia Imperiale, tutti gli altri erano o troppo lontani o troppo deboli. L'Imperatore cominciò dunque a richiamare tutte le armate per difendere la Terra.

I Figli di Horus, la Guardia della Morte, i Figli dell'Imperatore, i Divoratori di Mondi e parte dei Predicatori deciserocosì di incontrarsi su Marte, per applicare la strategia studiata per bloccare le Legioni Lealiste. Per esempio parte dei Predicatori proseguì gli attacchi nei mondi controllati dagli Ultramarine; Perturabo e i Guerrieri di Ferro ingaggiarono un combattimento con i Magli dell'Imperatore bloccati in un'area dello spazio controllata dagli Dei del Caos, incapaci di rientrare nell'Immaterium; i Lupi Siderali e gli Angeli Oscuri vennero bloccati dalla Legione Alfa e dai Signori della Notte ben lontani dalla Terra.

Intanto continuarono i tradimenti: i Lupi Siderali scacciarono la Stirpe dei Mille da Prospero. Magnus il Ross, convinto di essere stato accusato dall'Imperatore di tradimento, si ribellò e si allea con Horus, dirigendosi anche lui verso la Terra. E le altre Legioni Lealiste? In realtà solo le Furie Bianche e gli Angeli Sanguinari riuscirono a raggiungere la Terra con un gruppo degno di truppe. Si unirono così ai poche membri della Legione dei Magli dell'Imperatore qui rimasti, a tre Legioni di Titani e a due milioni di soldati della Guardia Imperiale: solo costoro erano rimasti a difendere la Terra e il cuore dell'Imperium.

Foto | Screenshot dal video

  • shares
  • Mail