Riapre Action Park, il parco giochi più pericoloso al mondo

Dopo 20 anni riapre Action Park, famoso per le sue storie di visitatori feriti sulle giostre e addirittura sei morti. Sparite tutte le vecchie attrazioni.

Action Park, nel New Jersey, lo conoscono in molti, ma non perchè considera il divertimento la sua attrazione principale, anzi. La sua fama, negli anni, è sempre stata quella di essere uno dei parchi divertimento più pericolosi al mondo. Chiuso per 20 anni, oggi Action Park riapre i battenti al pubblico.

Perchè questa famigerata reputazione? Perchè presso le strutture di Action Park ci sono stati non pochi feriti, almeno uno al giorno. Per non parlare delle sei persone morte negli anni Novanta, motivo per cui spinse i proprietari alla chiusura nel 1996.

Near-Record Heat Wave Grips U.S. East Coast, Midwest

Poi, un anno fa, un video virale dal titolo "Il parco divertimenti più folle mai visto", girato da alcuni utenti nostalgici, ha convinto i proprietari a riaprire le porte del parco giochi. Facendo il boom di ingressi, soprattutto di bambini - ora trentenni - che di Action Park hanno un ricordo ad "alto impatto".

"Ci sono venuto 3 volte, quando avevo 9 o 10 anni - ha ricordato un giovane intervistato - e due volte di queste l'ho lasciato in ambulanza. La prima volta mi sono rotto le costole sul Tarzan Swing, l'altra invece sullo scivolo alpino, perchè la mia macchina non aveva freni e sono volato sull'erba"

Per invogliare i visitatori a tornare, sono stati inviati pass gratuiti, ma molti si sono tenuti lontani dalle attrazioni più adrenaliniche, puntando su quelle più tranquille con minore percentuale di pericolosità.

Inaugurato nel 1978, per i primi anni il parco ha vissuto un lungo periodo fortunato, con un boom di visitatori, poi in seguito ai sempre più frequenti incidenti è stato venduto ad una grande catena di resort e ribattezzato con il nome di "Mountain Creek". Ma ora è tornato in azione con il suo nome originale.
Sebbene molte giostre originali erano ancora in buono stato e funzionanti, sono state - vuoi per timore di essere spolpati dalle compagnie assicurative, vuoi per buon senso - tutte rimosse e sostituite con altre nuove attrazioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail