Barbie indossa abiti di riciclo creativo con Il T-Riciclo

Barbie entra a far parte degli eco-toys, grazie ad un nuovo guardaroba di riciclo creativo nato con Il T-Riciclo.

Grazie alla Cooperativa romana "Il T-Riciclo"; creata nel 2000 da tre mamme alle prese con il ricorrente problema di come liberare casa da infiniti oggetti, giocattoli e vestiti, ora anche le vecchie Barbie ritornano ad una nuova vita. Evitato il pericolo di finire in cassettoni dell'immondizia e in scatoloni impolverati chiusi in buie cantine, le bambole, dopo una fase di rigenerazione e disinfezione, diventano modelle per abiti "green", vestiti eco-sostenibili cuciti a mano.

Ogni anno la Cooperativa "salva" e personalizza circa 250 Barbie, che diventano protagoniste della preziosa missione ambientalista, per poi trasformarsi in eco-toys di consumo etico e in materia di educazione ad una cultura di rispetto per il pianeta in cui viviamo.

Il progetto della Barbie eco-sostenibile, nato nel 2011 con la mostra "Barbielonia", in occasione del cinquantesimo anniversario della doll Mattel, ogni anno consente di recuperare un significativo numero di bambole che vengono riportate al loro splendore attraverso un dettagliato lavoro di selezione e di re-invenzione con abiti speciali, originali, cuciti a mano e ricavati da scarti di tessuto e da una ricca varietà di materiali di riciclo.

Su Re-Store, il negozio ufficiale che offre la possibilità di visionare i prodotti di riciclo disponibili, scopriamo non solo classiche Barbie reinventate con nuovi look, ma anche la bellissima collezione "Barbie Botanika", una serie green ispirata alla natura e alla primavera e creata contro il nucleare.

Se volete avvicinarvi all'affascinante e utile mondo dei giocattoli riciclati, vi consigliamo di curiosare sul sito ufficiale, dove è possibile scoprire tanti altri giocattoli reinventati.

[Via Today - Il T-riciclo]
[Foto Il T-riciclo]

  • shares
  • Mail