Battle Spirits: presentato a Lucca il nuovo gioco di carte targato Namco Bandai

Battle Spirits


Namco Bandai
continua a scommettere sui giochi di carte collezionabili e dopo Naruto, One Piece e il fenomeno Ben 10 la software house giapponese, già famosa per videogiochi del calibro di Tekken, sta per portare sui tavoli dei giocatori, e collezionisti, italiani Battle Spirits, un trading card game che già spopola nel Paese del Sol Levante.

Durante il Lucca Comics and Games 2010 è stata presentata questa nuova scommessa che, di primo acchito, è in grado di regalare sessioni di gioco particolarmente accattivanti, contornate dalle immagini presenti sulle carte particolarmente ispirate. Inoltre il fulcro del gioco ruota intorno ai core, speciali gemme che fungono da mana, utilizzabili per effettuare evocazioni di Spiriti e giocare Magie o Nexus; quindi ogni giocatore potrà contare su una determinata riserva di core, veri e propri protagonisti delle strategie di gioco.

Il gioco mette in contrapposizione due giocatori, impegnati ovviamente ad azzerare i punti vita del rispettivo avversario, ovviamente sfruttando gli Spirits, creature di differenti fattezze e poteri con unico obbiettivo di obbedire al proprio padrone e cercare di azzerare i punti ferita dell'antagonista di turno. Le carte Nexuses e Spells fungono da supporto di vario genere, dalla modifica dei livelli di forza degli Spirits, a distruzione delle carte sul terreno e chi ne ha più ne metta.

Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits

I Core entrano in gioco in qualsiasi momento della battaglia dal momento in cui ogni evocazione o utilizzo di Spell e Nexus ha un costo, il quale viene pagato attingendo dalla Riserva, luogo in cui i Core attendono di essere spesi. Gli Spirit però oltre al costo di evocazione, necessitano di un mantenimento continuo, quindi alcuni Core devono essere lasciati sulle creature, in modo di garantire un determinato Livello. Evocare uno Spirit senza poi lasciare un numero di Core utile al raggiungimento del Livello 1 pena la distruzione della stessa creature a fine turno.

La fase di battaglia è senza ombra di dubbio il momento più concitato di ogni round, dato che il giocatore di turno dapprima dichiara il mostro attaccante e lo sposta da posizione verticale a orizzontale (mossa denominata Impegnare). L'avversario sceglie SE e con quale Spirit bloccare l'attacco, per poi nel caso giocare alcune magie rapide, in grado di interagire durante la fase di battaglia, e contrassegnati con il simbolo del fulmine.

Ogni attacco portato a termine, se non bloccato, colpisce direttamente il giocatore, eliminando un punto ferita e trasformandolo in una unità di Core, aumentando così il numero presente nella Riserva. Componente altamente strategica, dal momento in cui subire appositamente danni può voler dire cambiare faccia a una partita dal risultato scontato.

Alla fine della fase di attacco il turno passa all'avversario, il quale pesca una carta, aggiunge una unità Core alla propria riserva e Disimpegna i mostri che hanno attacco o bloccato il turno precedente, iniziando così a sua volta la propria fase di gioco.

Battle Spirits possiede un ottima verve di gioco, in cui il ragionamento prevale sulla forza bruta, dal momento in cui i mostri Impegnati per l'attacco non possono essere sfruttati in difesa, lasciando così campo libero agli attacchi avversari, trasformando l'intera esperienza di gioco in una vera partita a scacchi.

Purtroppo non è ancora stata definita una data di pubblicazione ufficiale, ma solamente un generico 2011. Navigando invece sul sito ufficiale del gioco, è già possibile ammirare le espansioni disponibili nel mercato estero e il programma di tornei ufficiali, direttamente proposti da Namco Bandai.
Attendiamo con ansia nuovi comunicati stampa riguardanti questo promettente gioco di carte collezionabili.

Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits
Battle Spirits

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: