Se si può pensare, LEGO MINDSTORMS EV3 consente di crearlo

Lego Mindstor EV3
Con questo slogan Lego annuncia Mindstorm EV3, l’attesissima nuova generazione Mindstorms.
Nato nel lontano 1998 come mattoncino programmabile in grado di gestire con un software specifico motori elettrici, sensori, mattoncini, pezzi di Lego Technic, funziona come un ponte per collegare il software di programmazione col mondo reale e le azioni fisiche.
Nel 2006 ha avuto con Mindstorm NXT una straordinaria evoluzione che lo ha fatto diventare una delle più diffuse e vincenti piattaforme robotiche consumer e uno straordinario strumento didattico in grado di avvicinare i più giovani (ma non solo, dato che lo usano anche alla NASA) al mondo della programmazione e della cibernetica.
Lego Mindfstorm EV3 braccio meccanico
Oggi Mindstorm EV3 compie una evoluzione ulteriore.
La novità principale consiste nella possibilità di aggiungere o modificare i comandi e le azioni direttamente dal mattone, cosa che nella versione NXT non era possibile: la programmazione del software per far muovere il robot veniva prima creato a computer e poi passato nel mattone intelligente.
Questa innovazione non è utilissima solo per gli utenti più giovani, ma anche gli appassionati di Mindstorms di programmazione e robotica. Per i bambini questa soluzione rende ancora più facile l’interfaccia con cui apprendere le basi della programmazione, mentre gli appassionati possono eseguire il debug di programmi senza spostarsi continuamente dal mattone al computer.

Il nuovo kit include le indicazioni per realizzare 17 robot diversi, ma non c’è limite alle possibilità costruttive. Mindstorms EV3 aggiunge anche un sensore a infrarossi, dando al robot la capacità di vedere e di rilevare oggetti. Il sistema funziona su firmware Linux e naturalmente supporta piena integrazione con iOS e Android. Lego Mindstorm EV3 sarà disponibile a partire dalla seconda metà del 2013 ad un prezzo indicativo di 349,99 dollari.

[via Tech Crunch]

  • shares
  • Mail