Trump Against Humanity, il gioco di carte che non piace al Presidente

ct-trump-cards-against-humanity-knockoffs-bsi-20160504.jpg

Pare che il neo presidente degli Stati Uniti non abbia apprezzato il nuovo gioco di carte che sta girando gratuitamente sul Web. Probabilmente perché si chiama “Trump Against Humanity”, ovvero Trump contro l’umanità. Probabilmente perché il sottotitolo di questo gioco è “Un gioco orribile su una persona orribile”. Sta di fatto che il gioco di carte attualmente non è più disponibile online. E non perché sia sold out.

Il gioco di carte prendeva spunto dalle frasi che Trump ha dichiarato durante la sua campagna elettorale, motivo che ha spinto il presidente ad indire un'azione legale contro i produttori, bloccandone le vendite.

Ideato dal Sid Lee Collective, hub creativo di un'agenzia pubblicitaria canadese, Trump Against Humanity è un'espansione di Cards Against Humanity (Carte contro l'umanità), uno dei giochi più cattivi degli ultimi tempi, nato nel 2011 e composto da due mazzi di carte con su scritte delle frasi. A ogni turno si distribuiscono dieci carte “Risposta” a ciascun giocatore poi, a turno, ognuno ne gioca una per rispondere a una “carta Domanda” scelta ogni turno.

A questo punto un giocatore, detto Master, mischia le varie “carte Riposta” e sceglie la più divertente,  la più assurda, irriverente e politicamente scorretta. Il prescelto prende un punto e diventa il Master per il turno successivo. Vince chi ha più punti. Nel caso di Trump, si trovano i classici “Make _ great again”, dove al trattino si aggiunge la risposta più cattiva possibile, a “Micropeni” e altre espressioni che sono diventate famose durante la sua campagna elettorale.

cardsagainsthumanity2-1024x768.jpg

  • shares
  • Mail