American Girl lancia la bambola calva

La bambola senza capelli, per far sentire le bambine affette da alopecia o malate di tumore uguali alle altre

13521886_10154440466969369_4384663099569063051_n.jpg

Una bambola calva, per tutte quelle bambine malate di alopecia o affette da tumore. A pensarla, American Girl, nota azienda americana produttrice di bambole e giocattoli.

Un regalo inaspettato per tante bambine ed un’emozione per i loro genitori che finalmente hanno potuto regalare una bambola con caratteristiche simili alle loro figlie, per farle sentire meno diverse nella società. Un ringraziamento particolare all'azienda l'ha fatto una  mamma, Meredith Bailey‎, con un post sulla bacheca Facebook del brand di giocattoli: “La mia bambina è stata entusiasta quando ha finalmente potuto stringere una bambola senza capelli nei vostri negozi". Sua figlia soffre di alopecia da quando ha quattro anni e per la prima volta possiede una bambola che le somiglia. Una bambola esposta assieme alle altre, per annullare ogni tipo di diversità. “Queste bambole non erano nascoste sul retro. Erano lì, visibili a tutti. Specialmente a mia figlia che in passato si chiedeva perché non fossero in vetrina. Questo può non sembrare un 'grande passo', ma per le bambine che non rispondono ai classici canoni della bellezza significa più di quanto possiate immaginare".

American Girl ha inaugurato questa bambola in occasione dell’apertura di un nuovo store, donando inoltre mille dollari al Phoenix Children's Hospital.

11954625_971371266239367_133006395362910244_n.jpg

Credits | Facebook

  • shares
  • Mail