Magic The Gathering - Magic2013: analisi del colore Blu

Scritto da: -

Quali sorprese ci riserverà il blu di Magic2013? Quasi nessuna, purtroppo, ma almeno c’è qualche carta giocabile che, nel bene e nel male, può contribuire a rendere più interessanti i mazzi dei prossimi formati/tornei di Magic the Gathering!

Partiamo con Battle of Wits, ristampa interessante di una carta su cui, come molti di voi sapranno, è assolutamente necessario formarci sopra un deck specifico…un deck che, per la vittoria, deve contenere qualcosa come oltre 200 carte! Sono sicuro che qualche temerario proverà a costruirci su qualcosa, ma dubito che vedremo i Battle of Wits come top deck della prossima stagione. Meglio va con la ristampa di Jace, Memory Adept che, in coppia con il Jace’s Phantasm (nuova carta creatura dal costo 1 blu che, oltre a volare, guadagna un +4/+4 se il nostro avversario ha dieci o più carte nel cimitero), potrebbe rivelarsi una combo discretamente giocabile. Pesantissimo ma veramente potente è l’incantesimo Omniscience che, al costo di dieci mana (tre blu e ben sette incolore) ci permetterà, se non counterizzato o distrutto, di giocare tutte le magie che abbiamo in mano a costo zero!

Per il resto abbiamo qualche carta da monoblu aggro (come il Master of the Pearl Trident, perfetto per i mazzi merfolk), pochissime counterspell (il “solito” Negate, Essence Scatter e la pesantissima Rewind, giocata perlopiù in formati eternal come il Legacy) e un paio di creature grosse, costose e abbastanza inutili! Insomma…un blu tutto da rifare? No, gli spunti ci sono, ma passerà molto tempo prima di rivedere il blu competitivo come una volta! Intanto, domani, andremo ad analizzare il nero…e li ne vedremo delle belle!

via | MTGSalvation

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!