#ToyLikeMe, arrivano i Lego sulla sedia a rotelle

Continua con successo la campagna mediatica #ToyLikeMe per il rispetto delle diversità anche nel gioco

124136183-bea495fc-0279-4a30-a419-d94974530886.jpg

Continua con successo la campagna mediatica #ToyLikeMe, che vuole distruggere i pregiudizi  passando per il gioco e soprattutto portare l'eguaglianza delle diversità tra bambini anche nei momenti ludici.

Dopo bambole e pupazzi d'ogni genere, è arrivato il turno di Lego: la storica società di mattoncini ha creato un suo personaggio su di una sedia a rotelle.

A rendere noto l'evento, il sito Bricksfans, che ha anche pubblicato alcuni scatti dell'omino Lego. Come molte altre aziende produttrici di giocattoli, anche la  compagnia danese era stata accusata di non tutelare la diversità dei personaggi e di non aver mai creato alcun personaggio con disabilità. Alla Lego era arrivata una petizione con oltre 20mila firme in cui si chiedeva ai vertici di guardare anche all'altra faccia della medaglia.

"Il marchio esclude oltre 150 milioni di bambini disabili, che non si vedono così rappresentati. Si tratta di cambiare la percezione culturale della disabilità", aveva detto a dicembre al Guardian Rebecca Atkinson, promotrice della campagna. La Lego inizialmente aveva cercato di resistere obiettando che la bellezza dei suoi mattoncini sta nel poter scegliere come assemblare i personaggi per costruire le proprie storie, ma ha dovuto fare dietrofront.

Credits | Promobricks

  • shares
  • Mail