Giochi da tavolo, Warhammer 40.000: la Stirpe dei Mille, da Magnus il Rosso alla Grande Crociata

Parliamo ancora una volta di Space Marine del Caos nel gioco da tavolo Warhammer 40.000: questa volta vediamo storia e origini della Stirpe dei Mille, da Magnus il Rosso fino alla Grande Crociata.

tzeentch

Warhammer 40.000 - Nell'universo del gioco da tavolo di Warhammer 40.000 è lunga la storia degli Space Marine del Caos noti come Stirpe dei Mille, diventati adesso adepti del Dio del Caos Tzeentch. Quindi partiamo dalla storia e dalle origini, quindi da Magnus il Rosso e dalla Grande Crociata, mentre successivamente vedremo cosa accadde loro durante l'Eresia di Horus, quali siano il loro aspetto e le loro tattiche militari e via dicendo. Peculiarità della Stirpe dei Mille è quella di avere tantissimi stregoni fra i loro ranghi e di venerare il Dio del Caos Tzeentch, Signore della mutazione.

Warhammer 40.000: la Stirpe dei Mille, storia e origini

Tutto inizia come al solito quando i neonati Primarchi vennero sparpagliati nella galassia. Quello che sarebbe diventato il Primarca Magnus il Rosso arrivò sul pianeta di Prospero, abbastanza superstizioso, ma per qualche motivo gli abitanti non uccisero a vista quel bambino ciclope (in realtà pare che avesse solo un occhio in quanto l'altro era stato perduto durante un incidente mai specificato). Stranamente questi Psionici umani esiliati decisero di accogliere Magnus fra le loro fila. Ecco che col tempo Magnus divenne il pilastro della comunità, si collegò psichicamente con gli abitanti e divenne potentissimo. Si dice che sia lo psionico più forte dopo l'Imperatore. Quando decise di guardare nell'Immaterium, ecco che la sua vita cambiò per sempre.

L'Imperatore ai accorse che imponenti impulsi psichici provenivano da Prospero e capì che lì c'era uno dei figli dispersi. I sue si contattarono solo psichicamente e l'Imperatore lo mise al comando della 15esima Legione degli Space Marine.

Magnus donò generosamente il proprio materiale genetico cosa che contribuì a generare una Legione con tantissimi Marine dotati di poteri psichici. Molti morirono a causa di queste mutazioni, ma chi sopravvisse divenne potentissimo. A quell'epoca, però, c'era una fazione nota come gli Sterminatori che voleva eliminare mutanti e psionici. Magnus si impegnò così ad addestrare la Legione della Stirpe dei Mille nella via dello psionico e pare che sia allora che il Caos riuscì a penetrare in questa Legione.

La ricerca scientifica fu soppiantata dalla stregoneria, nessuno si accorse che Magnus si dedicava a proibite pratiche occulte fino a quando Mortarion e Leman Russ non segnalarono il problema. Durante il Concilio di Nicea l'Imperatore chiese a tutti di dichiarare le proprie intenzioni e venne così tamponata la situazione creando il Contingente dei Bibliotecari degli Space Marine, con lo scopo di educare meglio gli psionici. Magnus ovviamente non gradì la cosa, ma venne comunque obbligato dall'Imperatore a interrompere i suoi studi.

Tuttavia esiste un'altra versione: qualcuno sostiene che in realtà Magnus contribuì attivamente a creare dli Space Marine Bibliotecari. Alcuni Primarchi accettarono le sue regole, altri le considerarono solamente una copertura per gli studi di stregoneria. Ecco che allora l'Imperatore per questo motivo decise di eliminare il Contingente dei Bibliotecari. Intanto Malcador il Sugellatore creò l'Editto del Capellano: un guerriero doveva incaricarsi di tutelare la propria Legione dai poteri troppo pericolosi. Fu così che nacquero i primi Space Marine Cappellani.

Foto | jon_a_ross

  • shares
  • Mail