È nata FIRST Lego League Italia per giocare con i robot

Scritto da: -

First Lego League Italia
Da qualche tempo a questa parte, in questa remota parte del mondo tecnologico e “avanzato” chiamato Italia, si sta incominciando a parlare di Robotica consumer, di produzione in proprio, di giocattoli smart derivati dalla convergenza fra internet e oggetti. Questa lenta avanzata in parte è conseguenza di quanto avviene al di là dell’oceano negli USA dove l’homebrewer, il fai-da-te da garage, è nato ed è oggi il traino di tantissima innovazione, da una parte dalla pionieristica divulgazione di alcuni centri d’eccellenza come la Scuola di Robotica di Genova e il Museo Civico di Rovereto che si stanno adoperando perchè i più giovani possano avvicinarsi alla robotica attraverso il laboratorio e il gioco. Proprio a Rovereto si è costituito il capitolo italiano del FIRST lego League, una collaborazione fra l’organizzazione internazionale FIRST ( For Inspiration and Recognition of Science and Technology) e Lego per la promozione della robotica fra i giovani tramite un campionato a squadre tra ragazzi sotto i 16 anni che progettano, costruiscono e programmano robot autonomi. “Le squadre della FLL” riporta il post di Hobbymedia “risolvono problemi reali usando concetti ingegneristici e matematici. Servendosi di tecnologie LEGO Mindstorms , i ragazzi lavorano in gruppo e imparano a superare ostacoli”. Nel paese che ha visto nascere e svilupparsi Arduino, il microcontroller open source che ha aperto il mondo della robotica a basso costo, questa iniziativa non dovrebbe avere che successo.

[via Hobbymedia]

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 9 voti.